giovedì 21 novembre 2013

Guidare nel Regno Unito


Cari amici, una delle mie preoccupazioni principali prima di venire nel Regno Unito era: sarò capace di guidare a sinistra?

Avevo già vissuto in questo paese anni fa, ma allora non avevo un'auto e non avevo mai provato a guidare. Come tutti sanno, appena si scende dal traghetto a Dover una nuova dimensione della guida si apre davanti a noi. Qui le macchine hanno il volante dall'altra parte e bisogna tenere la sinistra!

Vorrei tranquillizzare tutti coloro che, come il sottoscritto, decidono di venire in auto in Inghilterra. Non è affatto difficile come sembra. I primi giorni bisogna prestare moltissima attenzione, ma seguire gli altri veicoli aiuta moltissimo. Io avevo acquistato una macchina usata durante il mio soggiorno in Germania e, anche se tutti mi consigliavano di disfarmene perchè 'a Londra la macchina non serve'.. come al solito, ho fatto di testa mia e me lo sono portata! E non me ne pento affatto.

Gli inglesi, a mio avviso, sono abbastanza disciplinati al volante. Corrono meno dei tedeschi, perchè il limite di velocità sulle autostrade corrisponde a circa 110 km/h, ma mi sono reso conto che in questo paese gli autovelox fissi sono segnalati e quasi tutti rallentano per evitare la multa e tornano ad accellerare appena passato il pericolo..

Tornando al tema della guida a sinistra, avevo paura di confondermi e di rimettermi a destra appena persa la concentrazione, ma per adesso non mi è ancora successo. Mi sono abituato a guidare dall'altra parte molto in fretta e a volte mi sembra di averlo fatto da sempre.. Avrò difficoltà il giorno che tornerò nel continente?

Per adesso non ho ancora provato un'auto con il volante a destra, ma prima o poi dovrò farlo, perchè a Luglio del 2014 mi scadrà la revisione tedesca e la mia macchina è vecchiotta, quindi credo che me ne sbarazzerò tra qualche mese per acquistarne un'altra qui.

Avere un'auto 'inglese' sarà sicuramente meglio per sorpassare e girare a destra, perchè a volte è veramente difficile ottenere una visuale sufficente con il volante dalla parte sbagliata.. L'unica cosa che mi preoccupa è dover azionare la leva del cambio con la mano sinistra, ma credo che a tutto ci si abitui con un po di pratica.

Un'altra differenza da considerare sono le miglia al posto dei chilometri, ma sul traghetto si possono acquistare delle utilissime tavole di conversione da attaccare al parabrezza.

E voi avete mai guidato nel Regno Unito o in altri paesi con la guida dalla 'parte sbagliata'?

Quali sono le vostre esperienze e considerazioni?

sabato 16 novembre 2013

Consigli per imparare bene e in fretta l’inglese


Cari amici,
oggi vorrei darvi qualche dritta su come imparare l’inglese, anche se questi consigli sono validi per qualunque lingua e paese.

Quasi tutti arrivano in Inghilterra con un inglese poco più che scolastico e ci mettono pochissimo a rendersi conto, una volta messo piede fuori dall’aereo, che non capiscono nulla (o quasi).
Gli inglesi hanno una maniera molto peculiare di pronunciare le parole e termini semplici, come water, possono diventare wata o nel peggiore dei casi waha.

Come fare allora per imparare in fretta?
La prima regola è: evitate di frequentare altri italiani.

So che è molto difficile, ma è davvero l’unico modo per abituarsi alla nuova lingua. Si arriva in un paese straniero, si è soli e spaesati e appena s’incontra un altro italiano si tende a vederlo come se fosse un fratello. L’Inghilterra, soprattutto Londra, è strapiena di connazionali ed evitarli sarà molto complicato. Se decidete di frequentare un corso d’inglese nella capitale britannica vi troverete in classe con altri italiani e se non state attenti non imparerete nulla o, nel migliore dei casi, ci metterete molto più tempo.
Per cercare lavoro Londra è senza dubbio il migliore dei posti, ma per imparare la lingua mi permetto di consigliarvi di andare altrove. Io, per esempio, sono stato a Torquay, nel Devon ed ho conosciuto inglesi, australiani, sud africani, neo zelandesi e un sacco di spagnoli.

Non vi mentirò, la nostalgia può essere una brutta bestia, soprattutto i primi mesi, ma dovete essere forti. Tutto passa.
Un altro modo per imparare la lingua è la televisione e la radio.

Quando io sono venuto in questo paese nel 97 non esistevano ancora gli smart phones e internet era un bene di lusso, quindi non avevo altra scelta. Al giorno d’oggi e facilissimo avere a portata di mano notizie e programmi televisivi nella propria lingua e sarete spinti a farlo. Cercate di non commettere questo errore. Volete imparare l’inglese in fretta e bene e dovrete guardare solo ed esclusivamente programmi televisivi locali. All’inizio non capirete nulla o poco e vi consiglio di usare i sottotitoli presenti in quasi tutti canali della televisione digitale inglese, ma con il tempo le vostre orecchie si abitueranno alla nuova lingua ed ogni giorno capirete un po’ di più.
Quando ripenso ai miei primi mesi in Inghilterra e a cosa avrei dato per capire la gente che parlava alla radio mi viene la pelle d’oca! Eppure si può e si deve imparare e non solo se volete vivere all’estero per sempre. Se riuscite a imparare bene l’inglese e un giorno tornate a casa, avrete un asso nella manica in più degli altri.
So che predico bene e razzolo male. Io uso il mio telefonino addirittura per ascoltare le notizie italiane in macchina e al posto di aprire un blog in inglese sono qui a scrivervi nella nostra bellissima lingua.  Ma concedetemelo. Sono fuori da cosi tanti anni che se non lo facessi rischierei di soffrire di una crisi d’identità.  Poi io l’inglese l’ho già imparato! E voi?

venerdì 15 novembre 2013

Informazioni su tutti i quartieri di Londra




Cari amici,

un post al volo per segnalarvi un sito molto interessante che ho appena scoperto:

http://hidden-london.com/

É pieno di informazioni sulla capitale britannica e vi si trovano dettagli storici e demografici su tutti i quartieri di Londra.

Utilissimo per chi vuole conoscere meglio questa città o non sa dove cercare casa.